Martedì 17 Marzo 2009

Operazione anticamorra a Caserta, 28 arresti

Roma, 17 mar. (Apcom) - Vasta operazione anticamorra dei carabinieri che, nel casertano, hanno arrestato 28 affiliati al clan che fa capo ad Antonio Farina. I Carabinieri del Comando Provinciale di Caserta hanno arrestato 28 persone ritenute responsabili di associazione mafiosa, di due omicidi, di porto abusivo di armi da fuoco e di oltre 100 estorsioni perpetrate ai danni di imprenditori e commercianti della zona controllata dal clan. L'operazione ha lo scopo di smembrare l'organizzazione criminale, che mantiene il controllo del comune di Maddaloni e di quelli immediatamente vicini. Tra gli arrestati, oltre a capi e gregari dell'organizzazione criminale facente capo ad Antonio Farina, detto Tonino 'o Biondo, si legge in un comunicato, anche affiliati al clan dei casalesi (egemone nell'agro aversano) e del clan Belforte (che controlla Marcianise e comuni limitrofi), responsabili di aver in diverse circostanze concorso nelle attività criminali del clan. Antonio Farina, inizialmente sottomesso ai Belforte aveva cercato maggiore autonomia legando un patto di collaborazione con i Casalesi e creando così attriti con il vecchio affiliato D'Albenzio Clemente ancora legato ai marcianisani. L'operazione inoltre fa luce su due omicidi commessi nel 2006 nell'ambito delle guerre intestine per il predominio del clan. I provvedimenti sono stati emessi dal gip di Napoli nell'ambito di una indagine coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia.

Red/Kat

© riproduzione riservata