Martedì 17 Marzo 2009

Toscana; Crolla controsoffitto piscina Poggibonsi, 2 feriti seri

Poggibonsi (Siena), 17 mar. (Apcom) - Diciassette persone coinvolte, di cui due ferite in condizioni che i sanitari definiscono serie: questo il bilancio del crollo del controsoffitto della piscina comunale del Bernino a Poggibonsi, in provincia di Siena. Un impianto moderno, ristrutturato l'estate scorsa con interventi per quasi due milioni di euro, regolarmente collaudato e riaperto a giugno, ma che oggi intorno alle 13.30 ha visto il cedimento della struttura metallica che sosteneva i pannelli in truciolare. Il Comune di Poggibonsi, esprimendo amarezza e sconcerto per l'accaduto, ha annunciato oggi l'intenzione di prendere tutte le iniziative per tutelarsi in sede legale. Le conseguenze più pesanti del crollo riguardano due pazienti trasportati con 'codice rosso' al policlinico Le Scotte di Siena, un uomo di 69 anni e una donna di 40 anni, le cui condizioni "sono piuttosto serie", secondo quando rende noto l'ospedale: "La donna presenta diversi problemi traumatologici - ha spiegato il direttore sanitario, Laura Radice - mentre l'uomo, oltre a patologie di natura ortopedica, ha anche un trauma cranico che richiede particolari approfondimenti". Sempre alle Scotte il 118 ha portato altre quattro persone, che presentano lesioni minori e qualche ferita e quindi saranno tutti dimessi. All'ospedale di Poggibonsi le ambulanze hanno portato invece sette persone: tre di loro sono state ricoverate. Un ragazzo di 28 anni ha riportato una frattura al braccio, mentre due donne incinte impegnate nel corso preparto in acqua, sebbene illese, sono state comunque ricoverate a scopo precauzionale: secondo quanto si apprende dall'ospedale, una di loro sarebbe in procinto di partorire. Altre quattro persone, con ferite ed escoriazioni più lievi, hanno raggiunto il Pronto soccorso di loro iniziativa. Il sostituto procuratore della Repubblica di Siena, Nicola Marini, ha svolto un sopralluogo sul posto, dove oggi sono intervenute squadre dei Vigili del fuoco di Siena e Firenze con l'ausilio di sommozzatori. A tutti i feriti sono giunti gli auguri di pronta guarigione del governatore Claudio Martini. La piscina comunale di Poggibonsi sorge nella zona del Bernino che ospita altri impianti sportivi, ed è frequentata da migliaia di nuotatori di tutte le età: 7500 fra bambini, adulti a lezione e nuotatori 'liberi', prima della chiusura dell'impianto verso fine estate 2006 per i lavori di ammodernamento costati quasi due milioni di euro. "Un impianto praticamente nuovo, moderno e dotato di servizi migliori", affermava allora il Comune. Oggi, però, il crollo improvviso. "Esigiamo che venga fatta piena chiarezza sulla vicenda - dice il sindaco Luca Rugi - affinché emergano i motivi che hanno provocato il crollo e affinché vi sia una chiara attribuzione di responsabilità". Ma l'opposizione in consiglio comunale attacca: "Resta lo scandalo di un'opera costosissima - accusa il forzista Tommaso Lorenzi - inaugurata pochi mesi fa e già crollata. Si parla, per giunta, di un precario sistema di sicurezza, con le uscite chiuse a chiave al momento dell'incidente. L'amministrazione deve una risposta precisa a tutta la cittadinanza". Accuse anche dai rappresentanti del movimento civico Liberamente: "Ci è doveroso far presente che più volte i fruitori della struttura avevano segnalato filtrazioni d'acqua dal soffitto", affermano oggi, lamentando che "per far muovere la macchina istituzionale bisogna sempre sbatterci la testa e per fortuna non ce la siamo fracassata. Alle segnalazioni dei cittadini, che apparvero anche sui giornali, il Comune come al solito rispose con le classiche autocelebrazioni che nostro malgrado dobbiamo oggi più che mai sconfessare".

Tai

© riproduzione riservata

Tags