Martedì 24 Marzo 2009

M.O.; Israele critica rapporto Onu sull'offensiva a Gaza

Roma, 24 mar. (Apcom) - Israele ha denunciato oggi il rapporto di esperti delle Nazioni Unite che ha richiesto lo svolgimento di una inchiesta su presunti crimini di guerra commessi dall'esercito israeliano durante la recente offensiva militare nella Striscia di Gaza contro il gruppo estremista Hamas. "Purtroppo si tratta di un esempio supplementare dell'atteggiamento unilaterale, parziale e ingiusto del Consiglio dei diritti dell'uomo" nei confronti di Israele, ha detto all'Afp il portavoce del governo Mark Regev. "Questo tipo di rapporti non rende un servizio ai diritti umani. Sono piuttosto una strumentalizzazione politica dei diritti dell'uomo", ha aggiunto il portavoce. Recentemente l'inviato speciale dell'Onu sulla situazione nei territori palestinesi, Richard Falk, aveva presentato un rapporto al Consiglio dei Diritti dell'Uomo, secondo cui ci sarebbero "ragioni per concludere" che sono stati compiuti "crimini di guerra". Oggi anche The Guardian pubblica una sua inchiesta in cui denuncia casi di crimini di guerra di cui si sarebbero macchiati i soldati israeliani. Secondo il quotidiano britannico i militari avrebbero utilizzato bambini palestinesi come scudi umani per difendersi dagli attacchi dei miliziani di Hamas, avrebbero bombardato scuole e ospedali e avrebbero infine colpito la popolazione civile con i droni, gli aerei radiocomandanti. Nell'offensiva di tre settimane, lanciata per fermare i continui attacchi con razzi Qassam contro Israele, sono morti circa 1.300 palestinesi, secondo quanto affermano fonti di Gaza. (con fonte Afp)

Plg

© riproduzione riservata