Martedì 24 Marzo 2009

Lombardia;Pavia,fermato presunto omicida donna trovata in canale

Milano, 24 mar. (Apcom) - Svolta nel giallo della donna ritrovata cadavere il 20 marzo scorso nelle acque del torrente Terdoppio a Garlasco, in provincia di Pavia. Al termine di un lungo interrogatorio, i carabinieri della compagnia di Vigevano, coordinati dal capitano Gennaro Cassase, hanno posto in stato di fermo nella tarda serata di ieri, Giampaolo S., 46enne nato in Lomellina, con piccoli precedenti penali di vecchia data, attualmente senza fissa dimora ma che in passato ha abitato a Garlasco. L'omicidio sarebbe avvenuto al culmine di un litigio. Intorno alle 10 di ieri mattina l'uomo si era presentato alla stazione dei carabinieri di Garlasco autodenunciandosi per l'omicidio della donna, che ha spiegato essere A.Z., 46enne, di Borgo San Siro in provincia di Pavia. Dopo una serie di accertamenti e verifiche che hanno confermato le sue responsabilità, l'uomo è stato trasferito nella casa circondariale di Vigevano. Precisando che le indagini sono tuttora in corso, gli investigatori non vogliono al momento entrare nel merito del movente né della dinamica dell'omicidio, ma tengono a ribadire che i segni di lesioni trovati sul corpo della vittima "erano molto limitati e non possiamo escludere che siano stati causati semplicemente dallo scontro con le pietre frangi onde del torrente". Pietre contro le quali il corpo, trascinato dalla corrente, si era fermato e dove poi è stato ritrovato.

Alp

© riproduzione riservata