Martedì 24 Marzo 2009

Lazio; Rito abbreviato per croato che travolse undici pedoni

Roma, 24 mar. (Apcom) - Rito abbreviato per Bruno Radosavljevic, il croato che la mattina del 5 novembre scorso, al volante della sua Bmw, ha investito e ferito undici persone (tra cui due minorenni) che aspettavano l'autobus alla fermata di via dei Romagnoli, all'altezza di Acilia. Il gup Giovanni De Donato ha accolto la richiesta della difesa e rinviato l'udienza al prossimo 19 maggio, quando sarà emessa la sentenza. Radosavljevic, che ha 26 anni, ed è nato a Torino, dopo meno di tre settimane di carcere è stato mandato ai domiciliari dal tribunale del riesame. Secondo gli atti del pm Delia Cardia, il nomade, nel "percorrere via dei Romagnoli in direzione di Ostia Antica a forte velocità certamente inadeguata alle caratteristiche della strada e tenuto conto dell'ora e della presenza di traffico e pedoni", ha perso "improvvisamente il controllo del veicolo e invaso la corsia opposta investendo undici persone e finendo la sua corsa contro un palo". Il croato - stando al magistrato - "ha accettato il rischio di eventi lesivi", essendosi messo alla guida dopo aver "assunto sostanze alcoliche e stupefacenti". Per questo, nel capo di imputazione è contestata anche la violazione di due articoli del codice della strada "per aver circolato, in stato di ebbrezza con un tasso alcolemico accertato di 1,85 mg e in stato di alterazione conseguente all'assunzione di cocaina e cannabis".

Nav

© riproduzione riservata