Martedì 24 Marzo 2009

Libano; Antonio Cassese eletto presidente Tribunale Hariri

L'Aia, 24 mar. (Apcom) - Antonio Cassese è stato eletto presidente del Tribunale speciale per il Libano (TSL), incaricato di giudicare i presunti autori di alcuni attacchi terroristici nel Paese, fra cui l'assassinio dell'ex premier libanese, Rafik Hariri, nel 2005. Nato nel 1937, Antonio Cassese è stato Presidente del Comitato del Consiglio d'Europa per la prevenzione della tortura, quindi primo presidente del Tribunale penale internazionale per l'ex Jugoslavia (dal '93 al '97). In seguito ha presieduto la Commissione internazionale di inchiesta voluta dall'Onu sui crimini commessi in Darfur, che ha presentato le proprie conclusioni al Consiglio di sicurezza dell'Onu nel gennaio 2005. Il Tribunale speciale per il Libano è stato creato nel 2007 da una risoluzione del COnsiglio di sicurezza delle Nazioni unite. Ha sede a Leidschendam, un quartiere periferico dell'Aia. Al momento solo Cassese e il giudice belga Daniel Fransen, incaricato di istruire il dossier prima del processo, hanno preso funzione; gli altri nove giudici membri del Tsl "assumeranno le loro funzioni a una data che sarà determinata dal segretario generale delle Nazioni unite", Ban Ki-moon. Il tribunale ha precisato che "i loro nomi saranno comunicati solo nel momento in cui saranno adottate tutte le misure di sicurezza".

Fcs

© riproduzione riservata

Tags