Giovedì 21 Maggio 2009

Egitto; Omicidio star araba, condannato a morte magnate egiziano

Cairo, 21 mag. (Apcom) - Un Tribunale egiziano ha condannato a morte il deputato e uomo d'affari egiziano Hisham Talaat Mustafa per l'omicidio di Suzanne Tamim, Suzanne Tamim, la pop-star libanese, massacrata nel suo appartamento di Dubai il 28 luglio. Un caso che è stato a lungo al centro dell'attenzione dei media arabi per le sue implicazioni politiche. Mustafà, infatti, è molto vicino a Gamal, il figlio del presidente egiziano Hosni Mubarak. Il magnate dell'industria del mattone era stato accusato di avere pagato due milioni di dollari ad un ex poliziotto per uccidere Tamim in Dubai. Le autorità sostengono che Mustafa e Tamim erano amanti. Anche l'ex poliziotto, Mohsen el Sukkary è stato condannato alla pena capitale. Subito dopo la lettura della sentenza da parte della Corte, nell'aula del tribunale è scoppiato il caos. Il caso ha catturato l'attenzione degli egiziani perchè vedeva coinvolto un esponente di un elite spesso considerata al di sopra delle leggi. Alla pronuncia della sentenza, le due figlie dell'imputato sono scoppiate in lacrime, mentre la sorella è svenuta.

Fth

© riproduzione riservata