Giovedì 21 Maggio 2009

Cinema; Figli di Martin Luther King contro Spielberg

Roma, 21 mag. (Apcom) - Il regista americano Steven Spielberg non ha fatto in tempo ad annunciare con orgoglio di aver ottenuto i diritti per realizzare un colossale biopic sulla vita di Martin Luther King, che la famiglia dell'eroe della lotta alla segregazione razziale si è presentata per battere cassa. Due dei tre figli ancora in vita del famoso pastore di Atlanta, Bernice e Martin III, si sono infatti lamentati del fatto che Spielberg abbia ottenuto il diritto di accedere ai discorsi e ai filmati che riguardano il padre rivolgendosi solo alla King Estate ma senza chiedere il loro consenso. E' quanto riporta The Independet. "Prenderemo provvedimenti", ha minacciato Bernice King. Non è la prima volta che i 'pargoli' dell'uomo che insegnò agli americani a credere ai sogni - col famoso discorso pronunciato al Lincoln Memorial nel 1963 e la frase "I have a dream" - chiedono risarcimenti a chi osa accedere al materiale che lo riguarda. La Dreamworks di Spielberg è la prima compagnia cinematografica ad aver acquisito in pieno i diritti sui discorsi, i libri e i filmati con King. Spielberg intende realizzare un film che narri la sua storia dagli inizi, ad Atlanta, fino al suo assassinio, avvenuto nel 1968 a Memphis. Tra gli attori che potrebbero incarnare la carismatica figura, i cinefili hanno già iniziato a scommettere tra Denzel Washington, Will Smith e Jamie Foxx.

Chb

© riproduzione riservata