Lunedì 25 Maggio 2009

Scandalo rimborsi in Gb, Cameron: necessari volti nuovi

Londra, 24 mag. (Ap) - La politica britannica ha necessità di volti nuovi per riconquistare la fiducia dei cittadini. Lo sostiene David Cameron, leader dei Tories, secondo il quale alle prossime elezioni nazionali si verificherà una significativa "purga" di parlamentari di lunga data. Il giovane leader conservatore ha annunciato di voler riaprire la lista di candidati stilata dal suo partito in vista delle legislative per consentire a persone neofite della politica di farsi avanti. "Possono anche non aver mai avuto nulla a che fare prima con il partito. Ma credo, che se qualcuno crede nell'impegno pubblico, se condivide i nostri valori, se vuole aiutarci a ripulire la politica, è il benvenuto per essere un candidato conservatore", ha dichiarato Cameron alla Bbc. Giorni e giorni di rivelazioni imbarazzanti hanno tolto il coperchio su una serie quasi infinita di abusi ai danni dei contribuenti da parte di parlamentari di tutti i partiti: rimborsi spese chiesti per mutui estinti, affitti di film porno, piante ornamentali e finte seconde case. Colin Rallings, direttore del centro di proiezioni di dati elettorali dell'Università di Plymouth, ha sostenuto in un'intervista oggi al Sunday Times che secondo uno studio almeno 325 dei 646 membri della House of Commons potrebbe lasciare la Camera o essere abbandonati dai propri elettori a seguito dello scandalo. E molti volti noti al pubblico ed estranei alla politica, da presentatori tv a giornalisti, hanno annunciato di volersi presentare alle prossime elezioni come candidati indipendenti per protestare contro la deriva della classe politica britannica.

Cep

© riproduzione riservata