Sabato 30 Maggio 2009

Sicilia; Abusò di bimba di 10 anni, condannato a 9 anni carcere

Roma, 30 mag. (Apcom) - Il Tribunale di Palermo ieri ha condannato un uomo, P.M. di 44 anni, accusato di aver abusato di una bambina di 10 anni, a 9 anni di carcere e al pagamento di 50.000 euro di provvisionale nei confronti della famiglia della piccola. Il Tribunale ha accolto la richiesta del pm Claudia Caramanna, titolare delle indagini. L'uomo, un operaio palermitano di 42 anni, sposato e padre di 4 figli, nel marzo del 2007 si era reso autore di violenza sessuale su una bimba di 10 anni. La triste storia emerse quando la bimba trovò il coraggio di raccontare le violenze subite dapprima alla madre, che non le credette e successivamente alle sorelle, che stavolta si rivolsero agli operatori sociali del loro Comune. La bambina raccontò che un amico dei genitori, che frequentava assiduamente l'abitazione della famiglia, aveva iniziato a rivolgerle le sue morbose attenzioni e che, quando erano rimasti soli in casa, ne aveva abusato in diverse occasioni. Gli operatori sociali, ritennero verosimile il racconto fornito dalla bambina e riferirono tutto al Tribunale dei Minori di Palermo. Il pm Caramanna affidò le indagini ai poliziotti della sezione "Reati sessuali ed in danno di minori" della squadra mobile di Palermo. Con l'ausilio di un consulente tecnico venne dapprima ascoltata la minore e successivamente i fratelli e le sorelle che confermarono il racconto della piccola. Ad avvalorare il racconto della bimba fu una ricognizione effettuata nei luoghi dove erano accaduti i fatti. I riscontri forniti dalla piccola furono ritenuti chiari, dettagliati ed attendibili dall'autorità giudiziaria, che così decise di emettere il provvedimento eseguito dai poliziotti.

Red/Apa

© riproduzione riservata