Lunedì 08 Giugno 2009

Europee; Franceschini: Noi Davide ma Golia non ha vinto

Roma, 8 giu. (Apcom) - "Eravamo Davide contro Golia. Eppure, anche stavolta Golia non ha vinto". IL leader del Pd, Dario Franceschini commenta così, in un colloquio con il Corriere della Sera, i primi risultati delle elezioni europee. "Era uno scontro impari - dice Franceschini - l'ennesima partita truccata: in questi giorni ho toccato con mano l'enorme disparità di denaro, di mezzi, di tv tra noi e Berlusconi. Eppure non ne usciamo con le ossa rotte, anzi". Secondo Franceschini, "in un Europa spazzata da un'onda di destra, l'Italia è in controtendenza". Tutti, aggiunge, "hanno fatto il loro dovere in campagna elettorale. Certo, anche Rutelli ed Enrico Letta. D'Alema si è dato molto da fare. Ho avuto tutti al mio fianco, dal mio predecessore Veltroni al fondatore Prodi, non mi sono mai sentito solo". Quanto a eventuali dimissioni, Franceschini ribadisce: "non ci ho mai pensato; ho un mandato fino a ottobre". Pie

MAZ

© riproduzione riservata