Lunedì 08 Giugno 2009

Anziano si uccide dando fuoco alla casa: 'Mi avete abbandonato'

Roma, 8 giu. (Apcom) - Taniche e taniche di benzina, con cui ha cosparso tutta la casa, dove abitava ormai da solo, e se stesso: poi ha dato fuoco a tutto, così si è ucciso un anziano, 80 anni, rimasto vedovo, ha deciso di finire la sua esistenza e nei bigliettini lasciati, spiega perché: 'sono solo, mi avete lasciato solo'. Il dramma della solitudine si è consumato nella notte in una villetta in via Tasso, a Coreno Ausonio, nel frusinate. L' uomo, 80 anni - spiegano i carabinieri di Pontecorvo che sono intervenuti sul posto - ha cosparso con la benzina la sua abitazione, dal seminterrato al primo piano, e se stesso, poi ha dato fuoco a tutto. La morte forse gli ha risparmiato la sofferenza, l'anziano infatti sembra morto per asfissia da fumo, prima che le fiamme lo avvolgessero. I militari hanno trovato molte taniche di benzina, alcune vuote, altre ancora piene. Tanto che quando i vigili del fuoco sono intervenuti in mezzo al loro continuo esplodere. La casa è andata distrutta. Un gesto premeditato e preparato meticolosamente, forse da tempo. Non risulta soffrisse di disturbi psichici. I motivi del gesto sono legati a problemi familiari e allo stato di abbandono. L'anziano ha lasciato scritto in alcuni biglietti quello che voleva fare, e perché: 'mi avete lasciato solo'.

Gtu

© riproduzione riservata