Giovedì 11 Giugno 2009

Perù, Parlamento sospende decreto su sfruttamento Amazzonia

Roma, 11 giu. (Apcom) - Il Parlamento peruviano ha sospeso per 90 giorni il controverso decreto legge sull sfruttamento delle foreste amazzoniche, che ha sollevato le proteste degli indios, sfociate in violenti scontri che hanno fatto almeno 33 morti nei giorni scorsi, 24 poliziotti e nove civili. Lo riporta il sito web del quotidiano spagnolo El Mundo. La sospensione è stata approvata dopo due ore e mezza di dibattito, grazie al voto del partito di governo (l'Apra) e il partito di destra Unità Nazionale, nella speranza di trovare una via di uscita alla crisi con gli indios. Il decreto era stato promulgato nel 2007-08 dal governo di centro destra di Alan Garcia ed era stato bocciato dalla minoranza indios dell'Amazzonia. Il testo viene giudicato troppo morbido con i grandi progetti delle multinazionali di sfruttamento minerario, forestale e idrico dell'Amazzonia, che copre il 60% del territorio peruviano, e soprattutto era stato adottato senza la necessaria concertazione con le popolazioni autoctone, prevista da un testo di legge del 1989 dell'Organizzazione internazionale del lavoro.

Plg

© riproduzione riservata