Giovedì 18 Giugno 2009

Calcio; Milan, Galliani: Cissokho ora è più no che sì

Roma, 18 giu. (Apcom) - Aly Cissokho è sempre più lontano dal Milan. L'affare con il Porto, stando a quanto dichiarato dall'amministratore delegato rossonero Adriano Galliani, è quasi definitivamente saltato dopo i problemi dentali che sono stati riscontrati al terzino franco-senegalese. "Abbiamo trovato un problema ai denti provoca guai muscolari che ha e che potrebbero peggiorare. Allora - ha spiegato Galliani a Sky - io ho fatto una proposta al Porto, non più acquisto diretto ma prestito oneroso con diritto di riscatto. Noi lo curiamo, lo gestiamo e se va a posto lo acquistiamo tra un anno, altrimenti no. Il Porto ha accettato il concetto ma non l'entità del prestito, il totale è sempre stessa cifra. Se il Porto non dovesse accettare, purtroppo rinunceremo. In questo momento è più no che sì, il Porto vuole un prestito troppo alto per un anno". Galliani è tornato a parlare anche dell'attaccante del Wolfsburg Edin Dzeko: "E' un giocatore che a noi interessa molto, il Wolfsburg lo ha dichiarato incedibile ma mi pare che ora ci sia qualche apertura. Vediamo di poter concludere, altrimenti punteremo su qualcun altro". Trattativa ferma anche per il rinnovo del contratto di Massimo Ambrosini. "Stiamo discutendo con calma - ha spiegato Galliani - e troveremo una soluzione. E' un momento in cui giocatori chiedono moltissimi soldi alle società, e bisogna ottemperare gli interessi dei giocatori e delle società". Sugli altri rossoneri dati in possibile partenza dopo Kakà, l'amministratore delegato del Milan ha ribadito le percentuali fatte in passato: "Per Pato è sempre il cento per cento, perché non si può dire 101. Per gli altri, Pirlo, Gattuso, è 99,99 periodico".

Ant-Caw

© riproduzione riservata