Mercoledì 01 Luglio 2009

Ue; Presidenza svedese Ue difende hedge fund e private equity

Bruxelles, 1 lug. (Apcom) - Hedge funds e private equity non hanno contribuito all'esplosione della crisi finanziaria. E' questo il parere espresso oggi dalla Svezia nel giorno del passaggio di consegne della presidenza di turno dell'Unione europea. "E' una paura esagerata quella secondo cui i private equity contengono grandi rischi sistemici", ha spiegato il ministro svedese dei Mercati finanziari, Mats Odell, sottolineando: "Il nostro parere è che non lo sono". "Non è lo stesso che dire che non dobbiamo regolarli, ma l'obiettivo è avere una solida regolazione e non uccidere l'industria", ha aggiunto il ministro, secondo quanto si legge sul sito web del Financial Times. Le compagnie di hedge funds e private equity, soprattutto quelle con base a Londra, si lamentano del fatto che le proposte regolatorie presentate dalla Commissione europea ad aprile, se adottate, imporranno un peso eccessivo sul settore. "Non dico che la proposta della Commissione sugli hedge funds sia cattiva, ma è un diamante grezzo che deve essere tagliato meglio", ha osservato Odell, spiegando: "E' facile trovare capri espiatori. Se si guarda alla crisi e alle sue origini e radici e a quelle che ne sono state la causa, penso che siano più importanti i grossi bonus e gli incentivi sbagliati nell'industria finanziaria, oltre ad una mancanza di standard etici".

Mar

© riproduzione riservata