Sicurezza, reato clandestinità e ronde: le novità del legge

Sicurezza, reato clandestinità e ronde: le novità del legge Fino a 6 mesi nei Cie. No anagrafe per figli di irregolari

Sicurezza, reato clandestinità e ronde: le novità del legge
Roma, 2 lug. (Apcom) - Lo straniero che entra in Italia illegalmente commette un reato. E' la norma centrale del disegno di legge sicurezza approvato oggi in via definitiva al Senato. Tra le altre novità il prolungamento fino a sei mesi della permanenza nei Centri di identificazione ed espulsione, legalizzazione delle 'ronde', schedatura dei clochard, inasprimento del 41-bis, norme anti-graffittari. Ecco alcune delle norme previste dal provvedimento:REATO DI CLANDESTINITA' - Lo straniero illegalmente in Italia non rischia la reclusione ma un'ammenda da 5 mila a 10 mila euro e l'espulsione. I rilievi dell'Ue e il rischio di una nuova emergenza carceri hanno pesato nell'esclusione della detenzione dalle pene previste.TASSA DI SOGGIORNO - Gli immigrati dovranno pagare un 'contributo' di soggiorno che avrà un importo di un minimo di 80 euro e di un massimo di 200. Si pagherà per il rinnovo del permesso di soggiorno ma non se questo è per asilo e per la richiesta di asilo, per la protezione sussidiaria e per motivi umanitari.IMMIGRATI NEI CIE FINO A 6 MESI - La permanenza nei Cie, i centri di identificazione ed espulsione, degli immigrati clandestini, è prolungata dagli attuali 60 giorni a 180 giorni.CARCERE PER CHI AFFITTA AI CLANDESTINI. Reclusione fino a tre anni per chi, a titolo oneroso, dà alloggio o cede anche in locazione un immobile a uno straniero privo del permesso di soggiorno al momento della stipula o del rinnovo del contratto di affitto.PIU' DIFFICILI LE NOZZE CON GLI STRANIERI - Lo straniero che sposa un cittadino italiano può acquistare la cittadinanza italiana quando dopo il matrimonio risieda legalmente nel nostro paese da almeno due anni oppure dopo tre anni dalla data del matrimonio, se residente all'estero. I tempi sono ridotti alla metà in presenza di figli anche adottati. Lo straniero in ogni caso può contrarre matrimonio con un italiano solo se presenta all'ufficiale dello strato civile, oltre al nulla osta del paese di provenienza, anche il permesso di soggiorno. Più facili invece i matrimoni con le musulmane che risiedono regolarmente in Italia: non sarà necessario che la sposa ottenga il nulla osta dal paese di provenienza, basterà un'autocertificazione alla quale sia allegato un documento dell'ambasciata italiana o del consolato nel paese di provenienza.VERIFICA DELLE CONDIZIONI IGIENICHE DELLA CASA - L'iscrizione e la richiesta di variazione anagrafica possono dar luogo alla verifica, da parte dei competenti uffici comunali, delle condizioni igienico-sanitarie dell'immobile in cui il richiedente intende alloggiare.POSTINI-SPIA - Gli agenti che si occupano dei servizi di money transfer, possibili anche presso gli uffici postali, acquisiscono e conservano per dieci anni il permesso di soggiorno dell'extracomunitario che richiede il trasferimento di denaro. In caso di mancanza di tale documento gli agenti denunciano lo straniero nel giro di 12 ore pena la cancellazione dall'elenco degli agenti in attività finanziaria.CONTRASTO ALL'ACCATTONAGGIO - Carcere fino a tre anni per chi si avvale per mendicare di un minore di quattordici anni.RONDE DI CITTADINI - I sindaci, previa intesa con il prefetto, possano avvalersi della collaborazione di associazioni tra cittadini non armati per segnalare alle forze di polizia o locali eventi che possano arrecare danno alla sicurezza urbana o situazioni di disagio sociale. Tali associazioni sono iscritte "in un apposito elenco tenuto a cura del prefetto" che sente anche il parere del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica. Tra le associazioni di cittadini i sindaci si avvalgono "in via prioritaria" di quelle costituite da ex appartenenti alle Forze dell'ordine, alle Forze Armate e agli altri corpi dello Stato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA