Domenica 05 Luglio 2009

Opel; Nel mirino di cinese Baic il 51% della casa automobilistica

Berlino, 5 lug. (Apcom) - Una delle storiche case automobilistiche cinesi, la Baic, punta ad acquistare il 51% della Opel. Lo riferisce oggi la Frankfurter Allgemeine Zeitung precisando che diversi membri del governo tedesco hanno ricevuto una lettera con un'offerta. Venerdì, una fonte vicina al dossier, aveva fatto sapere che Gm aveva ricevuto un'offerta da Baic per l'acquisizione della Opel, proprio poco prima della scadenza del termine. Secondo le indiscrezioni di stampa, per battere la cordata capeggiata dall'austro-canandese Magna, Baic propone 660 milioni di euro per il 51% di Opel, con una garanzia pubblica di 2,64 miliardi di euro, mentre Magna chiede 4,5 miliardi. L'altro 49% delle azioni resterebbe in mano alla casa madre, la General Motors. Nella lettera, il numero uno di Baic, Xu Heyi, ha rassicurato "che nessun impianto Opel in Germania sarà chiuso", anche se non si esclude, secondo la Faz, la soppressione di un certo numero di posti di lavoro. Da parte sua il responsabile di Gm Europa, Carl-Peter Forster, ha affermato che "la presenza di altri potenziali acquirenti... non può che fare bene", sottolineando però che Magna dispone di un "vantaggio considerevole" rispetto agli altri pretendenti. "Restano da regolare solo alcuni dettagli" tra le due imprese, in particolare la sostituzione a lungo termine del partner finanziario russo Sberbank, ha sottolineato Forster alla Faz. (Fonte Afp)

Bla

© riproduzione riservata