Lunedì 06 Luglio 2009

Scontri in Cina, 140 morti. Napolitano: rispettare diritti umani

Roma, 6 lug. (Apcom) - Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha ricevuto oggi al Quirinale il presidente della Repubblica popolare cinese Hu Jintao. A poche ore dagli scontri della minoranza musulmana uighura del Paese asiatico, in cui sono morte almeno 140 persone, il Colle ha sottolineato l'importanza di garantire i diritti umani, fermo restando il "rispetto" per l'autonomia e l'integrità della Cina. "Con il presidente Hu Jintao abbiamo potuto concordare sul fatto che lo stesso sviluppo e progresso economico e sociale che si sta realizzando in Cina apre nuove prospettive e pone nuove esigenze in materia di diritti umani. Questioni - ha detto Napolitano, affiancato dal presidente cinese - che l'Italia ha sempre affrontato e intende affrontare nel massimo rispetto delle ragioni dell'unità, dell'integrità e dell'autonomia di decisione della Cina e delle sue istituzioni rappresentative". Napolitano ha espresso peraltro "vivo apprezzamento" per il contributo dato dalla Cina per affrontare la crisi economica mondiale.

Red

© riproduzione riservata