Mercoledì 08 Luglio 2009

Tv; Due dottori di "Grey's Anatomy" sbarcano al RomaFictionFest

Roma, 8 lug. (Apcom) - Look casual, simpatia e voglia di scherzare. Tolto il camice bianco i due affascinanti dottori di "Grey's Anatomy" Eric Dane e Justin Chambers sono arrivati nella Capitale come ospiti del RomaFictionFest per parlare un po' di se stessi e dei loro personaggi nella serie della Abc vincitrice di numerosi Emmy e Golden Globe in cui entrambi vengono considerati due dottori "sex symbol". Partito nel 2005 sulla scia delle cosiddette fiction in corsia come "E.R", e trasmesso da noi in anteprima su Fox Life, in replica su Mya di Premium Gallery e in chiaro su Italia 1, "Grey's Anatomy" fin dall'inizio ha appassionato centinaia di fan per il suo mix di suspance tipico delle serie da ospedale, amicizie e intrecci comici alla "Friends" e quel tanto di piccante e malizioso alla "Sex and the City". E' di questi giorni l'ultima puntata della quinta stagione, ma il pubblico televisivo già freme per sapere cosa succederà nella sesta che partirà in autunno negli Stati Uniti. Eric Dane e Justin Chambers, meglio conosciuti come il Dr.Mark Sloan (detto Dr.Bollore) e il Dr.Alex Karev, hanno un ruolo fondamentale soprattutto nell'ultima stagione. Il primo in particolare, felicemente sposato nella realtà, è considerato il donnaiolo di turno dello Seattle Grace Hospital, anche se confessa di essere totalmente diverso e di far divertire sua moglie quando viene definito in questo modo: "Il mio personaggio è proprio così, il soprannome `Bollore` gli sta benissimo", scherza. E' stato George Clooney il capostipite di questi fascinosi dottori: "Tutti dobbiamo qualcosa a George - aggiunge Dane - è un ottimo attore, il primo che ha cambiato la tv e ha fatto il grande salto verso il cinema". A svelare il successo della serie ci pensa Chambers: "E' fresca, in continua evoluzione, adatta a ogni tipo di pubblico e femminile: le donne amano cambiare spesso e in ogni serie c'è qualcosa di nuovo e qualche nuova storia. Siamo un gruppo affiatato, ci vediamo anche fuori, ci piace lavorare e stare insieme". Se Dane confessa di non amare la tv, Chambers ammette di guardarne anche troppa e di adorare le vecchie serie stile "Jefferson", ma anche le nuove come "Lost" che spesso preferisce al cinema. Dopo anni di esperienza non gli viene voglia di diventare dottori davvero? Per carità! Il Dr.Sloan ammira i chirurghi ma spiega che "per loro è già difficile farlo sul set" e preferisce "lasciarlo fare a chi ha studiato per 15 anni". "All'inizio per imparare abbiamo visitato ospedali, ci siamo informati - racconta il Dr.Karev - ormai siamo autonomi ma in fondo la serie ha più a che fare con il sesso che con la medicina". Infine una domanda su Obama, fortemente sostenuto da Chambers durante la sua candidatura. "Credo che stia facendo tanto, sono orgoglioso di averlo come presidente" dichiara l'attore. Gli fa eco Dane: "Obama è la perfetta incarnazione di tutto ciò che c'è di buono negli Stati Uniti".

Lua

© riproduzione riservata