Mercoledì 08 Luglio 2009

Calcio; Zenga: Al Palermo per vincere lo scudetto

Roma, 8 lug. (Apcom) - I suoi modelli sono "Bordeaux, Urziceni e Shakhtar Donetsk", capaci di rovesciare le grandi squadre ed i pronostici e di vincere le prime due i campionati di Francia e Romania e la terza la Coppa Uefa, e confidando anche nell'anno Mondiale, che spesso in Italia permette ad una outsider di sconvolgere le gerarchie, Walter Zenga è convinto che con il Palermo potrà "lottare per vincere lo scudetto". Presentazione con il botto per il nuovo allenatore del Palermo, reduce da due buonissime stagioni sulla panchina del Catania. "Comunque il contratto qui io non l'ho ancora firmato", ha poi confidato scherzosamente Zenga nel corso della conferenza stampa tenuta questa sera. Confermandosi però certo di avere scelto una squadra in grado di vincere il campionato: "E se non vinco la colpa sarà solo mia, non sarà dei giocatori, io li difenderò sempre", ha detto. "Io voglio che i miei giocatori pensino al massimo obiettivo, perché un allenatore deve sempre puntare al massimo, qualunque sia la squadra che si allena. E io ci metterò sempre la faccia. Vincere non è un fatto di soldi, se gli altri spendono tanto non è un mio problema". Zenga ha spiegato di avere condiviso in pieno con il presidente Maurizio Zamparini ogni scelta e di non temere il rapporto con un presidente mangia-allenatori: "Sono sicuro - ha detto l'allenatore rosanero - che non ci saranno mai problemi, magari ci saranno delle frizioni, ma il nostro rapporto sarà spettacolare: se mi vorrà chiamare in diretta dopo le partite, faremo sì che si parli del Palermo anche in Cina. Più se ne parla meglio è. E' normale che il presidente ci tenga ad esprimere le proprie opinioni". Zenga ha poi negato l'esistenza di un certo malcontento da parte di una frangia della tifoseria rosanero per il suo recentissimo passato al Catania ed ha ribadito di mantenere con la sua vecchia società un ottimo rapporto. "Tanto che non ho chiesto nessun calciatore del Catania, i nomi usciti sono frutto di fantasia o voci raccolte da qualcuno che lavora per i giocatori", ha detto Zenga. "Indosserò la sciarpa del Palermo anche a Catania? E perché non dovrei farlo? Oggi lavoro per il Palermo".

CAW

© riproduzione riservata