Mercoledì 15 Luglio 2009

Sandri; On-line rabbia di amici e ultras:Spariamo a Spaccarotella

Roma, 15 lug. (Apcom) - Sdegno, schifo, vergogna. E "vendetta". Vola su internet l'amarezza di amici, ultras e semplici simpatizzanti di Gabbo per la sentenza di ieri della Corte di Assise di Arezzo che ha condannato a sei anni l'agente di Polizia Luigi Spaccarotella per l'omicidio "colposo" del tifoso della Lazio Gabriele Sandri. Tantissimi i messaggi sui forum vicini ai tifosi laziali, sui blog e soprattutto sul sito dedicato al dj morto. E' proprio sul portale gabrielesandri.it che si concentra l'ira degli internauti per la sentenza, inondato già da ieri sera da decine di post (non firmati). "Viva l'Italia: sei un altra vittima della giustizia italiana, come Carlo Giuliani", si legge, "Spaccarotella: sei un uomo di merda...piangi di gioia...in questo paese bisogna farsi giustizia da soli..." e ancora "Mettiamoci una divisa anche noi e iniziamo a sparare contro Spaccarotella...". "Vergogna: dicano chiaramente che se uno porta una divisa da poliziotto può permettersi di sparare senza motivo e ammazzare una persona", scrive qualcuno, mentre un altro attacca ancora l'agente: "Maledetto infame, spero che soffrirai come stai facendo soffrire la famiglia Sandri". C'è anche chi se la prende con l'avvocato di Spaccarotella: "L'augurio che posso fare all'avvocato è che venga radiato dall'ordine e che un giorno tutti noi possiamo esultare davanti ad una sua disgrazia. Sei uno schifoso caro avvocato". Qualcuno, poi, condivide la proposta del padre di Gabriele Sandri di organizzare un corteo di protesta: "Tutti in piazza uniti, compatti ancora una volta sotto le sedi del potere per chiedere giustizia in maniera civile così da non prestare il fianco a strumentalizzazioni dei mass-media. Organizziamoci, tutto questo è uno schifo. Ci poteva essere chiunque in quella macchina quel maledetto pomeriggio, questo è l'unico modo per farci sentire". Anche i siti degli ultras della Lazio sono pieni di commenti e accuse per la sentenza "vergognosa". "Contro questo sistema sempre piu combatteremo", scrive Daniele su ultraslazio.it, mentre per Lauirr "la sentenza è una vergongna, incredibile". "la sentenza è una vergogna! Gabriele vive!" è il post di Casualfirm. Vergogna e richieste di giustizia anche sul blog degli Irriducibili irriducibili1987.blogspot.com: "La giustizia terrena non esiste, preghiamo per quella divina! Spaccarotella pezzo di merda! (Manuel A.)", "Che amarezza...non per spirito di vendetta ma per ingiustizia sociale, 2 pesi 2 misure, la legge non è uguale per tutti in italia. (dandoHC)". Su forumlazioultras.it Vince si vergogna "di essere un simile di coloro che ti hanno ucciso", E.R.B. è "senza parole" e per Irridux67 "oggi t'hanno ucciso per la seconda volta". "Cercano rifugio in improbabili sentenze - scrive invece Folketto - Gabriè, la tua famiglia non lascerà che passi sotto silenzio tutto questo e noi con loro". "Vedrai che prima o poi verrà fatta giustizia", conclude Contea.

Sav

© riproduzione riservata