Mercoledì 15 Luglio 2009

Iran; Gheddafi: se nucleare è pacifico, Teheran va incoraggiata

Sharm el Sheikh, 15 lug. (Ap) - Fino a quando Teheran svilupperà un programma nucleare civile e pacifico, la comunità internazionale dovrà rivolgere alle autorità iraniane parole di incoraggiamento: è quanto ha detto oggi il leader libico Muammar Gheddafi, durante la sessione di apertura del summit del Movimento dei non allineati, in corso di svolgimento a Sharm el Sheikh, in Egitto. Tra i 118 paesi che aderiscono al movimento figura anche l'Iran. Gheddafi, in particolare, ha definito "ingiusto" lo stop che la comunità internazionale intende imporre al processo di arricchimento dell'uranio sviluppato da Teheran - a suo dire - a scopo pacifico, pur riconoscendo che occorre impedire lo sviluppo di armi nucleari. Stati Uniti e Israele sostengono che l'Iran stia sviluppando un programma nucleare militare. Teheran ha sempre negato questa eventualità. La Libia ha deciso nel 2003 di abbandonare il proprio programma di sviluppo di armi nucleari e chimiche.

Coa

© riproduzione riservata