Sabato 25 Luglio 2009

Olanda restituisce al Ghana la testa di re Bonsu II dopo 171 anni

Roma, 25 lug. (Apcom) - Funzionari olandesi hanno consegnato a una delegazione di anziani della tribù ghanese Ahanta, arrivati all'Aja nella tradizionale veste rossa e nera, i resti di Badu Bonsu II, re degli Ahanta giustiziato da coloni olandesi nel 1838. Lo riferisce l'agenzia Misna. La cerimonia di consegna è avvenuta ieri nella sede della cancelleria olandese con la firma di un documento da parte del ministro degli Esteri Maxime Verhagen e, per gli Ahanta, di Nana Etsion Kofi II. Lo scorso anno, la testa di Badu Bonsu II era stata scoperta presso il Centro medico dell'Università di Leida conservata in un contenitore di formalina. Una ricerca aveva consentito di risalire al re degli Ahanta ucciso in rappresaglia dopo l'omicidio di due emissari olandesi. "Fu ucciso dall'ingiustizia che mieté vittime tra di noi e che il nostro grande re combatteva a difesa della sua gente", ha detto durante la cerimonia Nana Kwekwe Darko III, un altro anziano Ahanta. L'occasione è servita al ministro Verhagen per scusarsi della partecipazione dell'Olanda alla tratta degli schiavi che per alcuni secoli segnò tragicamente la storia e la vita del continente. Tra i presenti c'era anche un discendente di Bonsu che ha partecipato al rito funebre grazie al quale, secondo la tradizione, adesso Bonsu II potrà riposare in pace nell'aldilà.

Fus

© riproduzione riservata