Sabato 25 Luglio 2009

Calcio/ Mourinho: Dispiace perdere Ibra ma è un grande affare

Roma, 25 lug. (Apcom) - Nessun allenatore è contento di perdere un giocatore come Zlatan Ibrahimovic, ma d'altro canto nessun tecnico non può non essere contento di avere in squadra Samuel Eto'o. "Ero un pochino arrabbiato: abbiamo perso un top ma ne abbiamo preso un altro", ha spiegato il tecnico dell'Inter Josè Mourinho a Sky in merito alla trattativa che ha portato il camerunese in nerazzurro e lo svedese in procinto di approdare al Barcellona. "Nessun allenatore è contento di perdere Ibrahimovic. Ma nessuno non è contento di avere Eto'o", ha spiegato il portoghese che si pronuncia oggi per la prima volta sull'operazione. "Volevo proteggere la mia società, che viveva un momento importante. Figuriamoci se avessi detto che mi piaceva di più Etòo o che mi piaceva di più Ibra. L'Inter era impegnata in un affare importantissimo e tutti si aspettavano una mia opinione, ma avrei rischiato di mettere in difficoltà la società". L'operazione dovrebbe portare nella casse dei campioni d'Italia anche un conguaglio di circa 45 milioni di euro, oltre al prestito dell'esterno bielorusso Alexander Hleb. "Se penso da allenatore mi dispiace perdere un giocatore come Ibrahimovic, ma se la guarda da manager dico l'Inter ha fatto un affare. Se Ibra vale 50 milioni Eto'o ne vale 49. E' un affare di dimensioni enormi".

CAW

© riproduzione riservata