Sabato 25 Luglio 2009

Sardegna/ Il Maestrale e l'ombra del dolo sull'isola in fiamme

Milano, 25 lug. (Apcom) - Gli incendi continuano a devastare la Sardegna e i Canadair stanno tentando di domare i roghi che, complice il vento di Maestrale, si sono riaccesi. Ma sul dramma dell'isola si stende anche l'ombra del dolo: la Procura della Repubblica di Sassari ha infatti aperto un'inchiesta dopo che dieci inneschi sono stati scoperti dagli uomini del Corpo forestale regionale vicino a Berchideddu, in Gallura. Le indagini stanno procedendo spedite e già nelle prossime ore ci potrebbero essere degli sviluppi: gli investigatori hanno trovato elementi indiziari definiti determinanti a carico di alcune persone sulle cui tracce si stanno muovendo le forze dell'ordine. Il presidente della regione Ugo Cappellacci, riferendosi agli incendiari, ha parlato di una condotta che disonora tutta la Sardegna. "E' inaccettabile - ha detto il governatore intervenendo ai funerali di un pastore morto per difendere il suo gregge - che nella nostra Regione ci siano ancora menti criminali capaci di compiere atti del genere. Prendo un impegno solenne: faremo tutto il possibile per alleviare le sofferenze di questa comunità, non è possibile riportare in vita chi ci ha lasciato ma aiuteremo chi c'è e soffre per questa tragedia". Come primo atto la convocazione di un vertice per affrontare l'emergenza roghi nell'isola, previsto per lunedì a Torralba: la riunione tra i Comuni servirà per compiere una prima valutazione sui danni subiti e definire i primi interventi urgenti. Nel frattempo la Coldiretti chiede l'istituzione di una task-force che quantifichi immediatamente i danni nelle aziende agricole in Sardegna e sostiene la richiesta di stato di calamità per un evento che "rischia di dare un colpo mortale all'agricoltura dell'isola". Mille ettari di territorio sono infatti già bruciati e un migliaio di capi di bestiame sono morti solo nelle campagne fra Dolianova e Sant'Andrea Frius, in provincia di Cagliari. I Canadair stanno operando anche nel Sassarese, dove focolai ancora attivi sono segnalati nelle campagne di Pozzomoggiare, Semestene, Bonorva e Ploaghe. Sempre attivo anche il rogo nel Monte Arci, vicino al paese di Pau, nell'Oristanese. Le squadre antincendio stanno cercando di avere la meglio sulle fiamme, operazione resa ora molto più complicata dal Maestrale.

Lme

© riproduzione riservata