Sabato 25 Luglio 2009

F1/ Massa: schianto e operazione,terrore Ferrari a Budapest-punto

Roma, 25 lug. (Apcom) - Uno schianto apparentemente senza spiegazioni, con la sua Ferrari senza controllo finita a 190km/h contro le barriere di pneumatici in fondo ad una curva dell'Hungaroring di Budapest, alla fine della seconda manche delle qualifiche del Gran Premio d'Ungheria, decimo appuntamento del Mondiale di Formula 1. Spiegazioni arrivate poi poco dopo dal replay, quando si vede il casco del brasiliano Felipe Massa colpito in pieno da una molla volante di un ammortizzatore, apparentemente perduta dalla BGrawnGp del suo connazionale Rubens Barrichello, che aveva poco prima rinunciato al suo giro buono per una monoposto diventata improvvisamente inguidabile. Attimi di terrore per tutti, tifosi, squadre, piloti, questo pomeriggio per l'incidente che ha visto coinvolto il Ferrarista. Le qualifiche sono state immediatamente sospese e i soccorritori hanno estratto il brasiliano dall'abitacolo, conducendolo prima con una ambulanza al centro medico del circuito e quindi in elicottero all'ospedale AEK di Budapest. Dove Massa è stato operato. L'intervento, ha quindi comunicato la Ferrari, "ha avuto un esito positivo, il pilota rimane sotto osservazione in terapia intensiva ed un aggiornamento sulle sue condizioni verrà prodotto domani in tarda mattinata". Secondo la ricostruzione della Ferrari, il casco di Massa è stato colpito di striscio ed è rimasto gravemente danneggiato, poi la molla è andata a sbattere contro una delle pance laterali della rossa numero 3, bucandola. Massa avrebbe risposto lucidamente alle sollecitazioni dei soccorritori, ma in chiaro stato di agitazione, quindi è stato sedato ed intubato. "Un accurato esame da parte dei medici - aveva comunicato la Ferrari - ha evidenziato un taglio sulla fronte, una lesione ossea sovraorbitale sinistra e una commozione cerebrale". Il direttore della gestione sportiva Stefano Domenicali aveva inoltre già annunciato che domani ovviamente Massa non avrebbe corso il Gran Premio. Il regolamento prevede che un eventuale sostituto avrebbe dovuto compiere almeno un test sul circuito, quindi, in assenza di ulteriori sessioni prima della gara, la Ferrari domani sarà rappresentata solo dalla rossa del finlandese Kimi Raikkonen.

CAW

© riproduzione riservata