Sabato 08 Agosto 2009

Usa, Obama chiede azione "più aggressiva" contro Al Qaida

New York, 8 ago. (Apcom) - Per sconfiggere il terrorismo serve una strategia più aggressiva che metta a punto nuovi strumenti per impedire altri attacchi in giro per il mondo. A chiedere un giro di vite contro gli uomini di Al Qaida è stato direttamente il presidente Barack Obama che in una riunione con il suo staff ha chiesto al capo dell'antiterrorismo americano, John Brennan, di affilare le armi contro gli uomini di Osama Bin Laden in Medio Oriente. "Non solamente Obama ha approvato le nuove operazioni ma ha chiesto di essere più aggressivi e se possibile più innovativi nel cercare nuovi modi e nuove opportunità per fermare i terroristi prima che uccidano altre persone innocenti", ha detto Brennan commentando ieri gli incontri della Casa Bianca. Quali saranno i prossimi passi che prenderà l'antiterrorismo non è ancora chiaro ma il piano prevede un maggiore investimento economico in sostegno delle istituzioni democratiche del quadrante mediorientale. "Il presidente non si fa illusioni sull'imminenza e la gravità di questa minaccia", ha spiegato Brennan aggiungendo che lo sforzo per il solo Afghanistan vale 1,5 miliardi di dollari ogni anno nello sviluppo del sistema educativo, delle infrastrutture e dell'assistenza sanitaria.

Bat-Emc

© riproduzione riservata