Domenica 09 Agosto 2009

Obama:Con riforma sanitaria crescita tornerà, più di prima

Washington, 9 ago. (Apcom) - La gigantesca riforma sanitaria per passare a un sistema pubblico universale è necessaria anche per favorire la crescita economica degli Stati Uniti: a sostenerlo, nel suo messaggio settimanale via radio e internet, è stato lo stesso presidente degli Stati Uniti, che ha insistito sul fatto che il peggio della crisi potrebbe essere alle spalle. "Abbiamo cominciato a frenare la recessione e (...) il peggio potrebbe essere alle nostre spalle", ha detto il presidente approfittando delle ultime cifre pubblicate ieri sulla disoccupazione, scesa a luglio dal 9,5% al 9,4%. "Ma dobbiamo fare di più che salvare la nostra economia dalla crisi immediata: dobbiamo ricostruirla più forte di prima", ha aggiunto. Per farlo, Obama ha suggerito che sia necessario "porre nuove fondamenta per la crescita e prosperità futura, e un pilastro delle nuove fondamenta è la riforma dell'assistenza sanitaria". Subito è arrivata la risposta del partito Repubblicano, che sta muovendo una durissima campagna contro la riforma di Obama, accusato di 'socialismo': Bob McDonnell, candidato-governatore della Virginia, ha sostenuto che le statistiche sulla disoccupazione diffuse ieri, che mostrano un calo dei posti di lavoro di 275.000 posti, sono "ancora un altro segnale che le famiglie e le piccole imprese stanno soffrendo mentre la disoccupazione resta alta".

Ape

© riproduzione riservata