Lunedì 10 Agosto 2009

Hudson, sette i corpi recuperati

New York, 9 ago. (Ap) - Sono complessivamente sette i cadaveri recuperati dopo la collisione di ieri sui cieli di New York tra un Piper e un elicottero da turismo, che ha provocato nove vittime cinque delle quali di nazionalità italiano. Lo ha annunciato il National Transportation Safety Board, l'organo che sovrintende alla sicurezza dei trasporti degli Stati Uniti. La polizia di New York City ha a sua volta annunciato di aver localizzato il relitto del Piper che si è scontrato ieri in cielo con un elicottero da turismo ed è precipitato nel fiume Hudson. Il capo della polizia, Paul Browne, ha riferito che la fusoliera del piccolo aereo è appena a nord della zona in cui si è schiantato l'elicottero, in acqua a largo di Hoboken. E' stato individuato grazie a un sonar. Altri rottami del Piper sono stati rinvenuti più a largo del fiume, a una profondità di circa 18 metri. La tragedia è costata la vita a nove persone, tra le quali c'erano cinque turisti italiani tutti provenienti dall'area di Bologna: Tiziana Pedrone, Fabio Gallazzi e Giacomo Gallazzi, Michele Norelli e Filippo Norelli. Gli italiani si trovavano nell'elicottero per un giro turistico, insieme con il pilota originario del New Jersey. Nell'aereo privato c'era una famiglia della Pennsylvania. Quello di ieri è stato il peggior disastro aereo a New York dall'incidente avvenuto nel Queens, in cui persero la vita 265 persone.

Cep

© riproduzione riservata