Martedì 11 Agosto 2009

Ogni anno 100 mila cani abbandonati urante l'estate

Roma, 11 ago. (Apcom) - Gli animali da compagnia, sempre più numerosi nelle case degli italiani, se ne contano circa 8 milioni di gatti e 7 milioni di cani , coccolati, vezzeggiati fino all`eccesso e poi, alle porte dell'estate abbandonati. Ogni anno circa 100mila i cani , secondo dati dell'associazione Gaia. E in Italia abbiamo almeno, 200mila cani randagi, 600mila cani vaganti e 80mila cani tornati allo stato selvaggio e quindi potenzialmente aggressivi. Stessa sorte da qualche anno per i nuovi animali "di moda", conigli nani, tartarughine d`acqua e di terra e pappagalli tra i più gettonati, al canile sanitario di Milano anche 12 ingressi al giorno di questi piccoli animali ed analoga situazione a Roma dove l`associazione Amicòniglio accoglie ogni giorno conigli, cavie e perfino criceti abbandonati e ritrovati vicino alle pattumiere nell`intento di trovare cibo. "Ultima moda" - rileva il Codici - " è quella di abbandonare i gatti nel loro stesso 'trasportino', la gabbietta usata dall`amorevole proprietario per portarlo dal veterinario e che si trasforma in una trappola dove se l`animale non è soccorso può trovare la morte per disidratazione". L`abbandono è un fenomeno di incredibile inciviltà", commenta Valentina Coppola Resp. Naz Ambiente del CODICI, "senza contare che gli animali vaganti per le strade sono fonte di pericolo anche per gli esseri umani". Risultano in fatti 45.000 gli incidenti stradali causati da animali vaganti in dieci anni, con 4.000 feriti e 200 morti solo sulla rete autostradale. I dati sul numero degli animali abbandonati non si discostano più di tanto dallo scorso anno, cambia semmai il tipo di animale abbandonato, tutto questo a fronte di numerose attività istituzionali tese ad arginare il fenomeno. A Roma, ad esempio, da pochi giorni ha inaugurato il bau village', una spiaggia tutta dedicata al divertimento canino sulle rive del Tevere. Il Ministero della Salute e quello del Turismo hanno formulato una guida sulle strutture alberghiere che accettano animali. "Quello che realmente non si vede è l`applicazione della legge 281/1991 e la legge 189/2004 che prevedono l'arresto fino a 1 anno e supermulte da 1.000 a 10.000 euro per chi abbandona animali" spiega Coppola, le sole campagne di sensibilizzazione lasciano il tempo che trovano perché ogni persona che abbandona il proprio animale sa ormai benissimo a cosa lo condanna. "Continuare a chiedere come fosse un piacere di non abbandonare gli animali è come chiedere ad un delinquente per piacere di non delinquere. In quel caso - conclude - le istituzioni svolgono il proprio ruolo di tutori della legge, aspettiamo che si decidano a fare altrettanto per il reato di abbandono, meno campagne e più fermi per questo reato scoraggeranno questi delinquenti estivi dal perpetrarlo".

Red/Nes

© riproduzione riservata