Martedì 11 Agosto 2009

Nuoro, in fondo al mare le auto riciclate: 5 denunce

Roma, 11 ago. (Apcom) - Avevano nascosto le auto rubate e riciclate in un posto veramente difficile da scoprire: in fondo al mare. A 30 metri di profondità, adagiate sulla sabbia del fondale a un chilometro e mezzo dalla spiaggia di Cala Liberotto, uno dei posti più suggestivi della Sardegna, i sommozzatori della polizia hanno infatti trovato una decina di auto, probabilmente riciclate. Cinque persone sono state così denunciate dalla polizia stradale di Nuoro per ricettazione, truffa, furto e riciclaggio di autoveicoli. Il particolare 'garage' è distante poche centinaia di metri dall`oasi naturalistica di 'Biderrosa': alcuni veicoli trovati in mare erano stati demoliti irregolarmente ed abbandonati, con un danno ambientale di dimensioni considerevoli. L'operazione, chiamata 'Acquaparking', è stata svolta con servizi di osservazione del territorio durati alcuni mesi e condotta dagli agenti della polizia di Nuoro, coadiuvati dal reparto sommozzatori della polizia, da un elicottero del Reparto volo di Abbasanta e da una imbarcazione d`altura della Polmare di Olbia.

Red/Sav

© riproduzione riservata