Mercoledì 12 Agosto 2009

Birmania/ Obama chiede liberazione "immediata" di San Suu Ky

New York, 11 ago. (Apcom) - Anche il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, si è unito al coro di critiche dei principali leader internazionali a seguito della condanna ad altri 18 mesi di arresti domiciliari del premio Nobel Aung San Suu Kyi, che guida l'opposizione alla giunta militare birmana. Obama ha chiesto "l'immediata e incondizionata" liberazione della donna, definendo "ingiusta" la decisione dei giudici. La corte aveva condannato San Suu Kyi a tre anni di prigione, ma il leader della giunta birmana, Than Shwe, ha commutato la pena.

Emc

© riproduzione riservata