Giovedì 13 Agosto 2009

Australia/Ventenne infetta 3mila computer,rischia 10 anni carcere

Adelaide, 13 ago. (Ap) - Rischia fino a 10 anni di carcere un australiano, 20 anni, accusato di aver infettato 3mila computer in tutto il mondo con un virus che cattura i dati bancari e delle carte di credito. La polizia dello Stato dell'Australia del Sud ha affermato in un comunicato che il giovane dovrà rispondere di numerosi reati informatici che prevedono una pena carceraria fino a 10 anni. Il nome del "pirata" non sarà diffuso fino a quando il ventenne non comparirà davanti al tribunale di Adelaide il mese prossimo.

Cuc

© riproduzione riservata