Venerdì 14 Agosto 2009

Spagna, contro crisi dilagano matrimoni convenienza a pagamento

Roma, 13 ago. (Apcom) - Una crisi economica pesantissima e centinaia di migliaia di immigrati irregolari che cercano disperatamente i 'papeles', cioè il permesso di soggiorno: in Spagna questo mix sta facendo crescere in modo esponenziale i matrimoni di convenienza, e sono sempre di più gli annunci di spagnoli che offrono di prestare il loro nome all'operazione in cambio di denaro in contanti. A raccontarlo oggi è il giornale di Barcellona El Periodico, secondo cui si tratta soprattutto di persone che hanno perso il lavoro e che per fare da 'prestanome' matrimoniale chiedono cifre fra i 3.000 e i 6.000 euro. Dopo essersi disfatti di macchina, moto o gioielli, o prima di farlo, molti ora mettono piccoli annunci su internet, come Pedro: "Non cerco niente di serio: voglio solo il tuo permesso e il mio denaro"; o Alberto: "Sono diposto a sposarmi per soldi (5.000 euro). Sono una persona seria". Così, alcuni siti internet diventano veri e propri mercati matrimoniali e c'è anche chi, come Adrian di Maiorca, approfitta della legislazione spagnola per offrirsi anche per matrimoni di convenienza omosessuali. In genere questi siti erano pieni di annunci di domanda, quasi mai di offerta. Ora non è più così, e sono sempre più frequenti anche le risposte positive alle domande. El Periodico ad esempio ha intervistato Luis, un ragazzo spagnolo che ha risposto all'annuncio di richiesta di una brasiliana. "Il motivo è la crisi. Sono disoccupato da gennaio, mi resta solo un mese e non trovo lavoro: da qualche parte devo trovare i soldi per l'affitto perché mi vedo già per strada. Se trovassi lavoro, lascerei perdere". Storie difficili, di divorziati che non ce la fanno a pagare gli alimenti, di imprenditori costretti da una malattia a lasciare l'attività. Ma a volte, la religione si mette di mezzo: una giovane marocchina della città di Kenitra, ad esempio, offre soldi per poter andare in Spagna legalmente, ma precisa: "Si astenga chi non è disposto a sposarsi secondo il rito islamico".

Ape

© riproduzione riservata