Afghanistan, presidente Karzai condanna attacco contro forze Isaf

Afghanistan, presidente Karzai condanna attacco contro forze Isaf L'attentato a cinque giorni dalle elezioni presidenziali

Afghanistan, presidente Karzai condanna attacco contro forze Isaf
Kabul, 15 ago. (Apcom) - Il presidente afgano Hamid Karzai ha condannato l'attacco suicida di oggi a Kabul contro il quartier generale dell'Isaf (le forze internazionali Nato), che ha provocato sette morti e 91 feriti fra cui, per fortuna soltanto con qualche escoriazione, un militare italiano."I nemici dell'Afghanistan, conducendo attacchi come questo, stanno cercando di suscitare la paura fra il popolo mentre ci avviciniamo alle elezioni", ha detto Karzai, aggiungendo che "gli afgani non si fanno spaventare da queste minacce, e si recheranno a votare".L'attacco, sferrato a cinque giorni dalle elezioni, è avvenuto verso le 8.30 ora locale (le 6 in Italia). Nell'esplosione, provocata da un'autobomba guidata da un kamikaze, è stata distrutta una grande barriera di cemento costruita a protezione della base militare. I feriti sono stati portati all'ospedale militare di Kabul. La zona è stata isolata dalle forze di sicurezza afgane e dai soldati americani, che costituiscono la maggior parte delle truppe Isaf. Lo scoppio è stato avvetito in tutta la capitale e ha sollevato una densa nube di fumo. Molti negozi della zona sono andati distrutti e sono saltati i vetri delle finestre in tutto il quartiere. I morti sono tutti civili afgani, e tra i feriti ci sono molti bambini.L'attentato è stato rivendicato per telefono dai talebani.Tramite il loro portavoce Zabihullah Mujahid, gli estremisti islamici hanno fatto sapere che gli obiettivi erano la base militare e l'ambasciata americana che si trova nella stessa via.Il militare italiano coinvolto è stato ferito in modo "leggerissimo", ha detto ad Apcom il capitano Vincenzo Lipari, portavoce italiano del comando Isaf a Kabul. "Ha riportato escoriazioni alla schiena e a una gamba, ma non è nulla di grave. Ha già chiamato i genitori", ha spiegato. La ferita del soldato italiano, ha continuato Lipari, potrebbe essere paragonata "allo stesso graffio che ci possiamo fare cadendo dalla bicicletta".

© RIPRODUZIONE RISERVATA