Lunedì 17 Agosto 2009

A Washington il 95% delle banconote ha tracce di cocaina

Roma, 17 ago. (Apcom) - Il 95% delle banconote in circolazione a Washington D.C. mostra tracce di cocaina: è quanto rivela uno studio, il più grande finora condotto, dell'Università del Massachusetts, a Darmouth, che ha esaminato le banconote di oltre trenta città nel mondo. I dati raccolti per la capitale americana mostrano un aumento del 20% negli ultimi due anni. La colpa dell'aumento dell'uso di cocaina negli Stati Uniti - secondo i ricercatori - sarebbe della recessione economica. Yuegang Zuo, che ha guidato la ricerca, ha spiegato: "L'aumento potrebbe essere legato alla crisi economica, con la gente sotto stress che fa maggiore uso di cocaina". Oltre a Washington, altre grandi città americane come Baltimora, Boston e Detroit, sono in cima alla classifica, con i più alti livelli di tracce di polvere bianca sulle loro banconote.Non è un caso, invece, se a Salt Lake City, patria dei mormoni, sono stati trovati i dollari "più puliti". Gli altri paesi nei quali le banconote sono state esaminate sono Canada, Brasile, Cina e Giappone. Il Paese del Dragone ha registrato i livelli più bassi, con appena il 12% delle banconote "contaminate".

Cuc

© riproduzione riservata