Mercoledì 19 Agosto 2009

Unità Italia/ Borghezio:Non un centesimo a celebrazioni retoriche

Roma, 19 ago. (Apcom) - "Bisogna dare un grande esempio: non spendere nemmeno un centesimo". Il leghista Mario Borghezio risponde, dal quotidiano online Affaritaliani.it, all'appello del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che si attende dall'esecutivo una risposta sulle celebrazioni per i 150 anni dell'Unità d'Italia. "Un progetto che fu pensato da cuori generosi... purtroppo con risultati del tutto insoddisfacenti - dice Borghezio -. I cuori generosi non bastano, ci vuole anche la conoscenza della psicologia dei popoli. Quindi è stato un grande progetto ma realizzato malissimo". "Il modo migliore per dare un senso di svolta e di significato politico a questo anniversario - spiega l'esponente del Carroccio - è quello di valorizzare tutto ciò che riguarda il patrimonio storico, con provvedimenti che possono essere presi senza spendere praticamente un euro". Come? "Utilizzando i nostri archivi e le nostre biblioteche con delle mostre e affidandole ai funzionari che sono bravissimi - conclude Borghezio -. Dando in questo modo un grande segnale di cambiamento e di rinnovamento, che è quello che chiedono i cittadini, non buttando via soldi in celebrazioni retoriche che non sono apprezzate da nessuno... soprattutto quando si chiedono sacrifici a tutti".

Cep

© riproduzione riservata