Giovedì 20 Agosto 2009

L'afa non dà tregua: domani 13 città col bollino rosso

Roma, 20 ago. (Apcom) - Le temperature continuano a raggiungere livelli superiori alla media stagionale, le ondate di calore non si fermano anzi si moltiplicano, coinvolgendo sempre più città: Ieri sono state 5 le città da bollino rosso, oggi saranno 8 e domani, venerdì, saranno 13. Ieri le città più calde sono state Brescia, Latina, Milano, Perugia e Roma, dove si è raggiunto il livello 3, con temperature massime percepite fino a 40 gradi. Mentre a Bolzano, Bologna, Civitavecchia, Firenze, Messina, Rieti, Trieste e Venezia si è registrato un livello 2 con condizioni climatiche che possono comportare disagi per categorie di popolazione particolarmente sensibili come anziani, bambini molto piccoli, persone non autosufficienti e convalescenti. Per oggi, 20 agosto, a Bologna, Brescia, Firenze, Latina, Milano, Perugia, Roma e Venezia è ancora livello 3, rosso. Per altri 5 comuni, Bolzano, Civitavecchia, Messina, Rieti, Trieste è previsto il livello 2, arancione. Per domani, venerdì 21, non c'è scampo dall'ondata di calore: 13 le città da bollino rosso, ovvero Brescia, Latina, Milano, Perugia, Roma, Bologna, Bolzano, Civitavecchia, Firenze, Messina, Rieti, Trieste, Venezia. La protezione civile avverte che durante i giorni in cui è previsto un rischio elevato, livello 2 o 3, e per le successive 24 o 36 ore, si consiglia di non uscire nelle ore più calde, dalle 12 alle 18, soprattutto ad anziani, bambini molto piccoli, persone non autosufficienti o convalescenti. In casa, per proteggersi dal calore del sole, gli esperti consigliano di utilizzare tende o persiane e mantenere il climatizzatore a 25°-27° gradi. Se si usa un ventilatore non va indirizzato direttamente sul corpo. Sul fronte alimentazione è importante bere e mangiare molta frutta ed evitare bevande alcoliche e caffeina, e naturalmente l'avvertenza è consumare pasti leggeri. Riguardo all'abbigliamento si devono scegliere abiti e cappelli leggeri e di colore chiaro all`aperto evitando le fibre sintetiche. E se si ha una persona in casa malata e bene fare attenzione che non sia troppo coperta. E' attivo anche il numero verde 1500 del ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, il servizio di informazione "Estate sicura 2009, vincere il caldo" che fornisce informazioni e consigli sulle misure di prevenzione da adottare, su cosa fare in caso si verifichino problemi dovuti alle alte temperature e sui servizi attivati da Regioni e Comuni.

Cep

© riproduzione riservata