Lunedì 24 Agosto 2009

Usa/ Via a inchiesta sulla Cia dopo rivelazioni su nuove torture

New York, 24 ago. (Apcom) - L'amministrazione Obama ha deciso di andare fino in fondo nell'inchiesta sulle torture commesse durante la guerra al terrorismo e con una mossa attesa da mesi ha deciso di avviare formalmente le indagini nei confronti degli agenti Cia che hanno condotto i durissimi interrogatori sui detenuti. La decisione, annunciata dal ministro della Giustizia, Eric Holder, è arrivata a seguito della pubblicazione dei contenuti di un rapporto sugli abusi perpetrati dalla Cia nel 2004, dal quale emerge che gli agenti arrivarono a minacciare di uccidere i figli dei terroristi per far crollare i detenuti nel corso degli interrogatori. Gli ufficiali dissero espressamente a Khalid Sheikh Mohammed, considerato uno degli architetti degli attentati dell'11 settembre, che i suoi figli sarebbero stati uccisi se si fossero verificati altri attacchi sul suolo degli Stati Uniti. In un altro caso un detenuto fu minacciato di essere costretto a vedere sua madre violentata davanti ai suoi occhi. A condurre le indagini è stato nominato un super-magistrato per andare fino in fondo agli abusi commessi. L'uomo scelto da Holder è John Durham, che in passato ha già portato a termine inchieste sulle videoregistrazioni effettuate dalla Cia nel corso degli interrogatori. Ora Durham dovrà verificare come e quando la Cia abbia violato la legge pur di cercare di fermare i "nemici dell'America". A chiedere di proseguire le indagini era stato da ultimo il comitato "etico" del dipartimento di Giustizia, che ha raccomandato al ministro di Giustizia di procedere con l'avvio di un fascicolo. Una decisione su cui Obama si è sempre mostrato molto restio per non mettere sotto processo i servizi segreti, spiegando che "l'America deve guardare avanti e non indietro". Il presidente ha fatto sapere da Martha's Vineyard, dove si trova in vacanza in questi giorni, che la scelta se portare in tribunale o meno gli uomini della precedente amministrazione è stata unicamente al dipartimento di Giustizia. Il direttore della Cia, Leon Panetta, ha chiarito invece sin dal suo insediamento che difenderà gli agenti che si sono limitati ad eseguire gli ordini.

Bat-Emc

© riproduzione riservata