Venerdì 28 Agosto 2009

Lockerbie/ Seif al-Islam Gheddafi: Girare pagina su caso

Londra, 28 ago. (Apcom) - E' giunto il momento di "girare pagina" sul caso Lockerbie. Lo ha affermato Seif al-Islam Gheddafi, figlio del numero uno libico, in un'intervista al quotidiano scozzese "The Herald". "Lockerbie fa parte della storia", ha sottolineato il figlio del colonnello. "La prossima tappa deve essere l'avvio di scambi commerciali fruttuosi e produttivi con Edimburgo e Londra", ha aggiunto. "La Libia è un mercato ricco e promettente, quindi parliamo del futuro", ha affermato nel corso di questa intervista telefonica dalla sua casa di Tripoli. "Non capisco perché la gente sia in collera. Perché essere arrabbiati? Si tratta di un uomo innocente che sta per morire", ha detto Seif al-Islam Gheddafi parlando di Abdelbaset Ali Mohamed al-Megrahi, unico condannato per l'attentato di Lockerbie e liberato il 20 agosto scorso dalla Scozia per ragioni di salute. Sulle polemiche suscitate dall'accoglienza trionfale tributata al-Megrahi al suo ritorno in Libia, il figlio di Gheddafi si è scusato se Tripoli abbia dato l'impressione di non aver fatto tutto il possibile per celebrare in modo discreto questo rientro. "Non ci sono state feste ufficiali, nessuna guardia d'onore, né fuochi d'artificio o parate. Avremmo potuto organizzare un'accoglienza migliore, ma non l'abbiamo fatto", ha aggiunto. Seif al-Islam, uomo-chiave nei negoziati che hanno condotto alla liberazione del terroristica libico, ha sottolineato all'Herald che Megrahi, che si è sempre dichiarato innocente, non prenderà parte alle cerimonie per il 40mo anniversario della rivoluzione che ha portato Gheddafi al potere in Libia. (Fonte Afp)

Bla

© riproduzione riservata