Mercoledì 02 Settembre 2009

Fao/ 91 Paesi aderiscono a trattato contro pesca illegale

Roma, 2 set. (Ap) - Novantuno Paesi hanno raggiunto un accordo su un trattato sostenuto dall'Onu per bloccare i pescherecci coinvolti nella pesca illegale. La Fao, l'agenzia delle Nazioni unite per l'agricoltura e l'alimentazione, ha spiegato oggi che il trattato renderà più difficile l'immissione sul mercato di prodotti ittici pescati in maniera illecita, ovvero senza licenza o senza tener conto delle stagioni o facendo delle prese illegali o fuori misura. Tutti comportamenti che possono minacciare specie in via di estinzione e danneggiare l'industria legale del settore. Secondo i termini del trattato, i pescherecci stranieri che vogliano attraccare in un porto dovranno richiederne l'autorizzazione anticipatamente e dar conto delle loro attività e del pesce che hanno a bordo. Le nazioni possono anche decidere di applicare queste nuove regole alle proprie flotte. Il trattato impegna inoltre i diversi Paesi a regolari ispezioni per il controllo dei documenti che possono spesso rivelare attività illecite, sempre secondo la Fao. Il documento attende ora il placet finale dalla Conferenza della Fao a novembre. Entrerà in vigore dopo la ratifica da parte di almeno 25 Stati. Fra i Paesi firmatari gli Stati Uniti, il Giappone, il Canada e diverse nazioni europee.

Ihr

© riproduzione riservata