Mercoledì 02 Settembre 2009

Musica/ Povera Whitney Houston, al primo concerto già senza fiato

Roma, 2 set. (Apcom) - Rientro in scena con piccola crisi per Whitney Houston, che aveva per pubblico cinquemila persone stamane a Central park a New York, e si è ritrovata senza fiato già alla prima canzone "Million Dollar Bill". E sì che il concerto avrebbe dovuto segnare il grande rientro pubblico della star tornata finalmente con il disco "I look to you". Rinascita dopo anni di silenzio, decadenza fisica, abusi di droghe, persecuzioni da parte del marito violento Bobby Brown. Per la prima volta da sette anni, Whitney è uscita in scena per il concerto trasmesso dal programma tv "Good Morning America" della Abc. Come ha ricordato l'entusiasta presentatore, questa è una cantante che ha all'attivo 170 milioni di copie vendute nel mondo. Solo che quando l'ancora bellissima diva di "Bodyguard" è arrivata davanti al pubblico, più che cantare ha ballato. Senza fiato, lei che aveva quelle incredibili note. E si è scusata: è stata al talk show di Oprah Winfrey, "ho parlato tanto... Non dovrei parlare! Solo cantare". Si è rifatta con la terza ed ultima canzone, "I'm Every Woman", mentre i fan arrivati da ogni parte del mondo, anche dall'Australia, cantavano con lei. Le sue pubbliche scuse? "Mi hanno fatto venire le lacrime agli occhi" ammette Raleigh Hatcher, di Jersey City, sentito dal quotidiano Daily News. "Ne ha passate tante nella vita. Ha lavorato duro e ha fatto tante cose e le ha fatte bene". "Tutti inciampiamo. L'importante è come ci rialziamo" aggiunge Ky Davis, arrivato un mazzo di rose rosa.

Aqu

© riproduzione riservata