Mercoledì 09 Settembre 2009

Tv/ Carlucci: Eliminato numero, Miss Italia non è oggetto

Roma, 9 set. (Apcom) - "Ho eliminato il numero. Le Miss hanno nome e cognome. Non sono oggetti. E Miss Italia non è più il concorso della più bella in costume da bagno". E' categorica Milly Carlucci, prima donna alla conduzione del concorso di bellezza, che ha deciso di trasformare il programma in un talent show. "Una donna che conduce un concorso di donne significa prima di tutto praticare il rispetto. Certe cose non potevano più esistere, secondo me", ha dichiarato la presentatrice al settimanale 'Donna Moderna', in edicola domani. "Miss Italia - prosegue - è diventato la porta d`ingresso principale al mondo dello spettacolo. Ho cercato di valorizzare l'aspetto di talent-show: le ragazze saranno meno e faranno delle vere prove tematiche, ballo, canto, recitazione. Saranno provini veri e propri". Per Milly Carlucci la conduzione di Miss Italia rappresenta una missione: "Sto cercando di fare in modo che si rendano conto che lo spettacolo è anche e prima di tutto fatica, ore di prove, disillusioni. E che contano carattere e carisma, non solo un visino che viene bene in televisione". Poi uno sguardo al suo curriculum: "Cosa manca alla mia carriera? Domenica In, un talk show. Non c`è limite ai sogni, ma non sputo nel piatto dove mangio". E in merito alla sua bellezza e al fatto che è più bella oggi a 55 anni che ieri a 23 risponde: "Dopo trucco, parrucco e telecamere digitali. È un bel problema il modello femminile televisivo: non hai il diritto di invecchiare, l`età deve rimanere inalterata. I 70 anni della Carrà? Ma lei ha il girovita, la frangetta, l`immagine di giovane senza tempo", chiude Carlucci. Yuri Calliandro

Ema-Caw

© riproduzione riservata