Mercoledì 09 Settembre 2009

Nuova influenza, Fazio: casi aumentano ma siamo tranquilli

Roma, 9 set. (Apcom) - Nell'ultima settimana i casi di nuova influenza in Italia sono aumentati da 5.600 a circa 7.000. "Si tratta di un aumento significativo, ma è anche un aumento che procede in maniera tranquilla". E' quanto ha detto il viceministro della Salute, Ferruccio Fazio, al termine della riunione dell'unita' di crisi sulla nuova influenza. Per il vice ministro "si sta facendo un po' troppo rumore, non ci sono motivi di grave preoccupazione". Fazio ha precisato che la malattia si presenta "in forma leggera, piu' leggera del previsto". In una conferenza stampa insieme al ministro dell'Istruzione Maria Stella Gelmini e al sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Paolo Bonaiuti, Fazio ha poi sottolineato che l'Italia è realmente attrezzata e che i casi gravi previsti non saranno superiori "a un paio di centinaia". Il ministro dell'Istruzione ha poi detto che "non ci sarà nessun rinvio dell'inizio dell'anno scolastico. Le lezioni partiranno regolarmente. L'eventuale chiusura di singole classi o singole scuole sara' assunta su proposta della Asl, del sindaco competente e del dirigente scolastico". "Siamo pronti ad emanare una circolare che andrà a disciplinare le modalità eventuali, e sottolineo eventuali, delle singole classi e dei singoli plessi scolastici - ha detto ancora la Gelmini -. Non ci sarà alcuna chiusura generalizzata delle scuole, ma solo la codificazione della modalita' di come chiudere un eventuale singolo istituto laddove ci saranno casi gravi di influenza". La Gelmini ha detto che la circolare sara' nell'arco di una settimana al massimo e che "non e' mai stata presa in considerazione l'ipotesi dell'allungamento delle vacanze di Natale". Red

MAZ

© riproduzione riservata