Venerdì 11 Settembre 2009

Moldova/ Presidente Voronin si è dimesso

Roma, 11 set. (Apcom-Nuova Europa) - Il presidente della Moldova Vladimir Voronin ha rassegnato oggi le dimissioni. Lo scrive l'agenzia di stampa Interfax. Le dimissioni sono state presentate da Voronin alla segreteria parlamentare, mentre i media controllati da Partito comunista ha pubblicato il suo messaggio di comiato ai moldavi. "Gli ultimi otto anni nella storia della Moldova sono stati gli anni della costruzione"; ha detto. "Durante questo periodo - ha continuato - la Moldova ha dimostrato capacità di essere uno stato sovrano e una società che merita indipendenza e democrazia. Nonostante l'etichetta di non essere il paese più ricco d'Europa ancora marchi la Moldova, è già chiaro a tutti come ci siamo mossi avanti nonostante tutte le difficoltà". Voronin, leader comunista, ha ringraziato i suoi compatrioti per il "colossale sostegno a questi risultati realmente fenomenali,di cui sono orgoglioso". E, poi, ha attaccato la nuova coalizione di maggioranza, che ha spedito all'opposizione i comunisti, pur ancora maggioranza relativa: "Non vi nasconderò che è col cuore pesante che cedo le redini del potere alla nuova autorità. Io non credo che politici uniti solo da emizioni nichiliste, dalla totale denigrazione del loro stesso paese e dalla divisione delle poltrone, possano offrire un programma positivo al popolo. Io non credo alla loro abilità di essere una squadra e di gestire il paese sulla base degli interessi popolare e non dei loro interessi e scopi personali". Il mandato di Voronin era già scaduto il 7 aprile 2009, ma il capo dello stato è rimasto in carica perché il Parlamento non è riuscito a eleggere un nuovo presidente e il 29 luglio si sono tenute elezioni parlamentari anticipate, che hanno visto prevalere una composita coalizione, la quale ha messo in minoranza i comunisti in Parlamento.

Mos

© riproduzione riservata