Domenica 13 Settembre 2009

Afghanistan/ Washington: detenuti a Bagram potranno appellarsi

Washington, 13 set. (Ap) - L'amministrazione Obama sta preparando nuove regole che permetteranno ai circa 600 detenuti nel carcere militare Usa di Bagram, in Afghanistan, di appellarsi e contestare la loro detenzione. E' quanto scrivono il "New York Times" e il "Washington Post" nelle loro edizioni online odierne. Secondo le nuove regole, i detenuti avranno degli avvocati nominati dai militari e potranno chiamare testimoni a loro difesa. Si tratta di linee guida simili a quelle adottate dopo l'era Bush per i rinchiusi a Guantanamo. La situazione a Bagram è ancora più dura di quella di Guantanamo in quanto non sono state finora permesse le visite di familiari o momenti ricreativi. Secondo quanto sostenuto finora dagli Usa, i detenuti di Bagram hanno uno status diverso in quanto sono stati arrestati in un concreto teatro di guerra. La loro condizione è comunque oggetto di un'azione legale portata avanti presso il sistema giudiziario statunitense.

San

© riproduzione riservata