Sabato 03 Ottobre 2009

Napolitano: Senza Sud l'Italia è monca, no a fantasticherie

Rionero in Vulture (Potenza), 3 ott. (Apcom) - Senza Sud l'Italia sarebbe "monca" e non c'è, dunque, alcuno spazio né per "fantasticherie" né per quelle che un meridionalista come Giustino Fortunato chiamava "bestemmie separatiste". In un articolato discorso sulla questione meridionale il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ribadisce da Rionero in Vulture il valore, ieri come oggi, dell'unità del paese. La riflessione di Napolitano parte dal Risorgimento per osservare come "non avrebbe potuto assumere un ruolo effettivo un'Italia che fosse rimasta monca che non avesse, soprattutto, abbracciato il Mezzogiorno nel nuovo stato unitario". Guardando all'oggi e alle polemiche sul Mezzogiorno il presidente osserva che l'inscindibilità del paese "è un dato storico il cui valore attuale non può fuggire e che va ribadito di fronte a certe fantasticherie che si stanno sentendo in polemica con l'efficienza di una forte, inequivoca celebrazione e riaffermazione dell'unità e indivisibilità dell'Italia".

Vep/Ber

© riproduzione riservata