Sabato 03 Ottobre 2009

G7/ Su Finanza potrebbe 'sparire' nel G20, ma spunta idea di G4

Istanbul, 3 ott. (Ap) - Il G7 dei paesi avanzati sui temi economici rischia di sparire, anche se non subito, per far posto al G20, che include i giganti emergenti, ma con quest'ultimo gruppo che sebbene più ampio viene considerato squilibrato nella sua composizione - l'Africa è quasi assente - ora spunta l'idea di un G4 tra Stati Uniti, Unione europea, Giappone e Cina. Secondo indiscrezioni di stampa questo progetto viene discusso a margine degli incontri annuali di Fondo monetario internazionale e Banca Mondiale, quest'anno a Istanbul, in Turchia, dove proprio oggi si tiene il G7 delle Finanze. In pratica si tratterebbe di escludere dal G7 il Canada e tutti i paesi europei come singole rappresentanze, per includervi invece l'Ue come un tutt'uno e far entrare la Cina. Un'idea su cui per ora l'unico commento ufficiale di un paese europeo, la Gran Bretagna, non riflette entusiasmo: "Parliamo con un sacco di gente, senza bisogno di metterci una G davanti", ha affermato il ministro del Tesoro Alstair Darling, interpellato sulla questione durante un incontro con i giornalisti. Nel recente vertice di Pittsburgh, negli Usa, è stato deciso di trasformare il G20 in consiglio permanente sui temi economici, mentre secondo la dichiarazione finale il G7 si dovrebbe focalizzare su altre questioni, come la sicurezza. Ma intanto oggi si svolge proprio un G7 finanziario e i paesi che assumeranno le prossime presidenze di turno di questi gruppi si mostrano divisi sugli orientamenti. Il Canada, che ha la presidenza nel 2010 ha già fatto sapere che continuerà a far svolgere un G7 dei ministri finanziari. La Francia invece, che nel 2011 avrà sia la presidenza del G7 che quella del G20 ha detto che potrebbe abbandonare la riunione sui temi economici del gruppo più piccolo.

Voz

© riproduzione riservata