Sabato 03 Ottobre 2009

Consumi/ Italiani spendono 1.600 euro all'anno per tempo libero

Roma, 3 ott. (Apcom) - Gli italiani in un anno spendono in media 1.600 euro per il tempo libero, contro una spesa pro-capite di poco meno di 16mila euro per il complesso dei consumi (il 10,2%). Ad investire di più per lo svago sono però gli inglesi che spendono circa 3.100 euro, con il 17,3% sulla media dei consumi. L'Italia spende di più per i pasti in casa e fuori casa (24,8%) e le spese fisse (21,2%), ma nella classifica europea primeggia per mobili ed elettrodomestici (7,5%). E' quanto emerge dall'analisi delle strutture di spesa in Europa nel 2008 contenuta nel rapporto 'Europa Consumi' elaborato dall'Ufficio Studi Confcommercio. In Slovenia si spende di più per auto e comunicazioni (19,5%), mentre il Portogallo è il paese che dedica più risorse alla cura del sé e al benessere personale (17,2%). Per quanto riguarda la finanza personale, nella classifica europea primeggia l'Olanda (11,9%), in Danimarca si registra la maggiore quota per le spese fisse per l'abitazione (26,5%), mentre in Spagna la gran parte del budget familiare se ne va in alimentazione e pasti fuori casa (32,4%). L'Italia scala invece la vetta della classifica quanto a spese per mobili ed elettrodomestici (7,5%). In termini monetari, la spesa media annua pro capite più alta, per il complesso dei consumi, si registra in Lussemburgo (circa 30 mila euro), la più bassa in Bulgaria (poco più di 3 mila euro). Collocate sopra la media europea (14 mila euro), le principali economie del vecchio continente: quasi 18 mila euro nel Regno Unito, oltre 17 mila in Francia, oltre 16 mila in Germania, poco meno di 16 mila in Italia. Nell'area del tempo libero (1.729 euro la spesa media per abitante), il paese più 'spendaccione' è appunto il Regno Unito con oltre 3 mila euro, all'opposto la Polonia con 520 euro, tra le voci di questo comparto, i pacchetti vacanza sono al primo posto in Gran Bretagna (480 euro), computer ed elettronica in Danimarca (489 euro), istruzione a Cipro (497), giornali e libri in Germania (304 euro). In Italia, dove la spesa media complessiva per il tempo libero è pari a 1.600 euro, la voce che pesa di più è quella dei servizi ricreativi e culturali (425 euro), comparto nel quale, però, primeggia l'Austria con una spesa di 731 euro.

Gab

© riproduzione riservata