Sabato 03 Ottobre 2009

In piazza a Roma per la libertà di stampa: "Siamo più di 150mila"

Roma, 3 ott. (Apcom) - Dal palco di piazza del Popolo, dove è in corso la manifestazione per la libertà di informazione promossa dalla Fnsi, lo speaker ha dato un annuncio sulle stime di partecipazione: "Secondo gli organizzatori siamo più di 150mila". La manifestazione convocata dalla Federazione nazionale della stampa si è aperta puntualmente alle 15.30 con le note dell'Orchestra di piazza Vittorio. Molte le bandiere della Cgil e dei partiti di opposizione come Pd, Idv, Rifondazione, Sinistra e libertà. Tra le presenze in piazza anche il Gabibbo, che rivendica a Striscia la notizia il primato di 250 denunce con un cartello che reca la scritta 'Il Tg vanta il maggior numero di tentativi di limitazione'. Se il rinvio dal 19 settembre al 3 ottobre della manifestazione era stato deciso dal sindacato dei giornalisti per rispettare il cordoglio nazionale dopo l'attentato ai soldati italiani a Kabul, oggi l'effetto apparente è tutt'altro, quello di collocare l'evento nel pieno di uno scontro senza precedenti sull'informazione, se possibile ancor più rovente di quanto non fosse qualche settimana fa. In piazza sono scesi giornalisti (molti ma non tutti, la manifestazione è segnata dal polemico giudizio del Governo e del centrodestra), la Cgil, l'Arci, Libera e tante altre associazioni della società civile e del cosiddetto 'popolo di sinistra', partiti ed esponenti dei partiti dell'opposizione, dal Pd all'Idv fino a Rifondazione. Anche un corteo di precari della scuola terminerà il suo percorso a piazza del Popolo.

Red

© riproduzione riservata